Visualizzazioni totali

Simply

martedì 14 marzo 2017

Kylie's Diary Palette. Review e swatches di una palette da...batticuore!

Non ho mai provato la Burgundy palette di Kylie. Eppure dicono che sia la più bella che si possa trovare sul sito di Kylie Cosmetics. Ho ceduto invece alla Kylie's Diary, una palette esclusiva lanciata in limited edition per San Valentino. I suoi ombretti sono un mix di matte e shimmer, dai colori caldi e avvolgenti mixati a tocchi glaciali e abbaglianti. Nove ombretti e, per la prima volta per i prodotti Kylie Cosmetics, due blush. La palette è ricercata e preziosa, pensata a rappresentare un diario segreto, rifinita con glitter rossi e un comodo specchio all'interno.






Come accade quasi ogni volta per i prodotti Kylie Cosmetics, i pareri sono alquanto discordanti. Considerando che impiegano oltre un mese (diciamo anche due) per arrivare nelle mie mani, vengo catturata da un'insana voglia di vederla e rivederla nei blog e nei video. Alcuni sostenevano fosse di pessima qualità, altri che invece avesse una pigmentazione notevole. E, come spesso accade, virtus in media est. I colori sono assolutamente insoliti. Non che siano introvabili, ma reputo la gamma di questa palette una selezione di nuance interessanti. Nella loro unicità e nel loro cromatismo esponenziale, che li vedrebbe benissimo primeggiare, creano un equilibrio bilanciato ed elegante. Insomma, voci soliste che insieme creano tonalità armoniche.

Vediamo i colori nel dettaglio.


Kyshadow (1.40g)

  • Bae pervinca metallico freddo
  • Heart Breaker rosa baby con glitter
  • Make Me Blush lavanda sparkly
  • Sweet Like Candy oro rosa metallico
  • Love Potion hot pink opaco
  • Be Mine corallo opaco
  • Heart Eyes magenta scuro opaco
  • Romance borgogna metallico
  • Love Me Not grigio violaceo opaco
Blush (7.50g)

  • First Date arancio tangerine
  • Virginity rosa caldo
Swatches
  • Shimmer








  •  Matte e blush












Come avrete capito, gli ombretti mi piacciono. Scriventi ma non pienissimi, modulabili ma non burrosi. Necessitano di una buona dose di sfumatura per non lasciare macchia, nulla che qualche minuto in più non possa risolvere. Le tonalità metalliche e shimmer danno il meglio di se' quando il pennello viene leggermente inumidito. I colori matte invece si comportano egregiamente con pennelli morbidi e tocchi delicati. I blush invece non sono tra i miei preferiti. Tonalità banali, colori già visti, scrivenza opinabile. Buoni per chi ama effetti non esasperati, non hanno una resistenza esaltante. Belle le cialde decorate con i cuori in rilievo.
Probabilmente sarebbe servita qualche tonalità più scura e misteriosa perché fosse totalmente soddisfacente, ma d'altronde colori di questo tipo non sono affatto difficili da reperire.

Promossa, anche se non a pieni voti, è una palette che mi esalta utilizzare. Posso di sicuro asserire che... "sì, la voglio!"


Simply Spot